Ottimizzare le immagini per il tuo sito web | Crumboo

Ottimizzare le immagini per il tuo sito web

Le immagini oggi sono una componente fondamentale per un sito web. In questo articolo vedremo insieme come ottimizzare le immagini in modo da avere una buona qualità estetica senza penalizzare la velocità di caricamento.

Le immagini sul tuo sito web hanno molteplici finalità:

  • catturano l’attenzione dell’utente già da un primo impatto
  • aiutano a spezzare il testo rendendolo più scorrevole
  • permettono un’indicizzazione “visuale” da parte di Google, che aiuta ulteriormente l’indicizzazione del tuo sito

Ciò presume un utilizzo opportuno delle immagini, che devono essere di ottima qualità, coerenti con il messaggio che vuoi far percepire, e allo stesso tempo devono essere compresse, in modo che il caricamento delle pagine web sia comunque rapido.

In alcuni settori, come ad esempio la fotografia, l’interior design, l’arte, la moda, etc… le immagini sono una componente predominante nella presentazione online di un’attività professionale, perché sono il modo più adatto di rappresentarla ed il modo più immediato di farne percepire la qualità.

Ecco perché ottimizzare le immagini: Google, velocità di caricamento e indicizzazione

La velocità di caricamento è un aspetto fondamentale da tener presente per migliorare le performance del tuo sito web. Questo sia per gli utenti sia per Google.

In primo luogo dobbiamo pensare agli utenti: se le tue pagine si caricano lentamente, i tuoi lettori rinunceranno presto ad aprire, tornando indietro alle pagine precedenti e cercando altrove le loro risposte. Considera che se un sito web carica in più di 4 secondi, hai già perso il 40% dei tuoi potenziali utenti.

Questo avrà un duplice effetto:

  1. la perdita immediata di potenziali nuovi lettori e/o clienti
  2. l’aumento della così detta “frequenza di rimbalzo”, quel fenomeno per cui gli utenti aprono le pagine e le lasciano immediatamente, generando penalizzazioni del tuo sito web da parte di Google.

Come testare la velocità di caricamento del tuo sito web

Esistono tanti tool che analizzano, anche gratuitamente, le prestazioni del tuo sito web. Senza andare a cercare tool specialistici, affidiamoci in primo luogo a Google e chiediamogli quanto il sito sia veloce.

Per questo è sufficiente utilizzare il Page Speed Insight di Google.

Inserisci l’indirizzo completo del tuo sito web: avviando l’analisi riceverai utili informazioni su come possono essere ottimizzati diversi aspetti del sito, affinché sia più veloce e performante. Tutto questo ovviamente incide anche sul posizionamento che il tuo sito avrà nei risultati di ricerca.

Tra le varie voci troverai anche “Ottimizzazione immagini”, con l’elenco delle immagini che possono essere ottimizzate, velocizzando il caricamento delle pagine.

Google stesso ti permette, alla fine dell’analisi, di scaricare la lista delle immagini ottimizzate. La soluzione più semplice e veloce può quindi essere scaricare le immagini compresse e sostituirle nel sito. Non è detto però che le immagini compresse da Google abbiano comunque una qualità visiva soddisfacente: più l’immagine viene compressa, più si prede in qualità e risultato visivo, in termini di dettagli e definizione.

Come fare allora per trovare un buon compromesso tra ottimizzazione e qualità?

Come ottimizzare le immagini senza perdere in qualità

Ecco alcune indicazioni utili per ottimizzare le tue immagini.

DIMENSIONI

La prima cosa da verificare è la dimensione delle immagini usate. Se lo spazio di visualizzazione è piccolo, è inutile utilizzare immagini enormi, perché a quel punto il sito le dovrà ridimensionare per una visualizzazione corretta, allungando ulteriormente i tempi di caricamento.

Generalmente la grandezza massima sufficiente è 1920 x 1200 pixel, utilizzate a pieno schermo per sfondi o grandi visualizzazioni. In generale immagini per articoli del blog o per dettagli possono essere molto più piccole, perché non riempiranno tutto lo schermo.

FORMATO

Esistono vari formati di immagine, identificati dalla loro estensione. Per ottimizzare le immagini consigliamo sempre di usare i formati jpg/jpeg in generale, png per le immagini con sfondo trasparente, come ad esempio i loghi. Oggi anche i programmi di grafica basici permettono di salvare le immagini con questi formati, permettendo quindi l’ottimizzazione anche a chi non è esperto di grafica.

PESO

Il peso incide sulla velocità di caricamento. Più l’immagine è pesante più tempo ci vorrà a visualizzarla. Esistono dei tools appositi che permettono di comprimere le immagini senza perdere visivamente di qualità. Uno di questi è RIOT, un semplice programma installabile gratuitamente sul pc, che consente di ridimensionare e comprimere l’immagine, scegliendo la percentuale di compressione. Il programmati permette di visualizzare il prima e dopo a confronto, in modo da valutare istantaneamente il risultato.

Altri metodi per ottimizzare le immagini

Quando la compressione non è possibile per vari motivi, ad esempio per immagini particolari di tipo fotografico, è possibile fare delle scelte differenti per velocizzare il sito a livello di CMS o di server, come ad esempio utilizzare una cache o un CDN.

Risultati dell’ottimizzazione e backup

Quando ottimizzi le immagini per il tuo sito web ti raccomandiamo sempre di effettuare prima un backup delle stesse, in modo da avere sempre a disposizione i file originali.

Con una buona ottimizzazione delle immagini avrai anche una migliore indicizzazione del tuo sito su Google e un posizionamento SEO più alto.


Vuoi approfondire i metodi di ottimizzazione delle immagini per il tuo sito web? Contattaci!

MILLE BRICIOLE FANNO UN BISCOTTO!