Come scegliere il nome dominio | Crumboo

Come scegliere il nome del tuo dominio

Costruire la propria presenza online significa in primo luogo elaborare una strategia web, fatta di tanti piccoli step ben ragionati, tali da creare un vero e proprio percorso verso il mondo online. Un passaggio molto delicato sul quale ci soffermiamo oggi è la scelta del dominio.

Generalmente il dominio corrisponde al brand del cliente, soprattutto se tale brand è noto e riconosciuto nel mercato di riferimento.  Esistono alcuni casi in cui, in base alla strategia digitale adottata, si sceglie di utilizzare un nome dominio differente dal brand del cliente, che sia invece un dominio parlante, facile da digitare e memorizzare, oltre che assimilabile ai criteri di ricerca degli utenti.

Perché scegliere un dominio diverso dal brand?

Rispetto a questo tema esistono varie scuole di pensiero. Ecco alcune situazioni abbastanza diffuse in cui a volte è necessario, ma spesso strategico scegliere un dominio differente dal brand:

  • il brand non è particolarmente noto ed è omonimo di altri brand su mercati differenti
  • il nome del brand è particolarmente complesso e difficile da digitare e memorizzare
  • il dominio del brand esiste già e per strategia di posizionamento si sceglie di registrare un altro dominio

Sono solo tre esempi di varie situazioni in cui la scelta viene indirizzata verso un dominio differente e “parlante”.

Quale nome dominio scegliere?

A questo punto vediamo quali accortezze utilizzare nella scelta del dominio. La scelta deve tenere conto di alcuni fattori molto importanti, sia di carattere umano, sia legati a come i motori di ricerca leggono e interpretano i domini, e come questi incidono sul posizionamento generale del sito web.

  1. Scegli un dominio che sia “parlante”, ovvero che rappresenti in modo chiaro ciò di cui ti occupi. Ad esempio la scelta di www.assicurazionibologna.comè chiaramente esplicativa rispetto al tipo di attività trattata. Il settore è assicurativo ed è sul territorio di Bologna.
  2. Scegli un dominio che “risponda” alle ricerche che fanno gli utenti rispetto al tuo settore. Per trovare quello più attinente è opportuno effettuare un’analisi preliminare delle chiavi utili per il tuo posizionamento online. Quelle stesse chiavi potranno andare a costituire il nome del tuo dominio.
  3. Scegli necessariamente un dominio che sia libero. Se la tua scelta ricade su un dominio già occupato prova le varianti, ad esempio:
    • assicurazioni-bologna
    • bologna-assicurazioni
    • assicurazione-bologna
    • bologna-assicurazione.
  4. Per verificare se il dominio che vuoi acquistare è libero puoi utilizzare un qualunque provider, ad esempio register.it, e simulare l’acquisto del dominio stesso. Quando scriverai il nome dominio, sarà il sistema stesso a notificarti se esiste già o no.
  5.  Scegli sempre la semplicità. I domini corti sono generalmente preferiti da Google, ma soprattutto dagli utenti, che li ricordano e digitano più facilmente.

Estensione .it o .com?

Oggi esistono varie estensioni dei domini, ce ne sono una serie infinita. Se possibile consigliamo sempre di optare per nomedominio.it se si tratta di un sito vetrina, eper nomedominio.com se legato ad un e-commerce o comunque ad un’attività commerciale.

Se entrambe le estensioni sono libere, può essere utile acquistarle entrambe, valutando poi di fare un reindirizzamento da un dominio all’altro oppure di creare delle pagine in parallelo, con contenuti differenti, ma sempre coerenti e identificativi del brand trattato.


Queste sono alcune considerazioni basilari che possono supportare la scelta del dominio. Come detto all’inizio questo tipo di attività è una tassello di un’intera strategia web che viene progettata e sviluppata per strutturare la presenza online di un brand.

Se vuoi sviluppare o rivedere la tua strategia online, contattaci per una consulenza, saremo felici di far crescere il tuo business!